Ulteriori info su pdf

Denominazione botanica: Tnticum aestivum G. -
fam. Graminacee
Parti usate: olio del germe
Sinonimi: frumento, carusella, trigu
Nomi stranieri: ingt - Wheat

cereale coltivato dall’uomo fin da tempi antichissimi, il grano è un alimento completo. Dal germe si ricava un olio molto ricco in vitamina E ed acidi grassi poliinsaturi. Sono necessari almeno 1000kg di frumento per ottenere 1 kg di questo olio, mediante un processo di spremitura a freddo che garantisce la conservazione oelle proprietà del germe di grano fresco. con altri metodi infatti la vitamina E naturaie verrebbe distrutta. Le perle gelatinose sigillate sotto azoto rappresentano una eccellente forma di somministrazione in grado di impedire la degradazione dell’olio stesso.

1) Azione di protezione dell’apparato cardiovascolare: l’olio di germe di grano e, in particolare la vitamina E naturale, prevengono i danni ossidativi anche a livello vascolare. Numerosi studi hanno dimostrato che esiste una diretta correlazione fra carenza di vitamina E e malattie cardiovascolari.
2) Azione antiossidante-antiradicalica e invecchiamento cutaneo: la vitamina E è un efficace antiossidante naturale di natura lipofila, che rappresenta per le sue caratteristiche una importante difesa delle membrane cellulari nei confronti delle aggressioni da parte dei radicali liberi. Contribuisce pure a provenire il precoce invecchiamento cutaneo, legato all’esposizione ai raggi solari e ad altri agenti aggressivi esogeni (inquinamento) ed endogeni (stress, fumo).
3) Azione sulla retina: la particolare azione trofica della vit. E mantiene una valida funzionalità della retina.
4) Azione sulla sfera riproduttiva: la vitamina E è nota come fattore antisterile o vitamina della fertilità èinfatti stato dimostrato che costituisce un fattore strategico nei processi fisiologici che regolano la funzione riproduttiva

 La vitamina E : la sua importanza nella dieta

Vitamina E (tocoferolo )

La vitamina E è formata da un gruppo di sette sostanze (alfa, beta, delta, eta, epsilon, gamma e zeta) chiamate tocoferoli.
Quella più attiva e con più alto valore nutritivo è l 'alfa, la più usata per scopi terapeutici. Letteralmente tocoferolo significa 'portare in grembo', olio che porta fertilità e nascite, per una delle sue prime proprietà riconosciute: la protezione dell'apparato riproduttivo.
La vitamina E è un antiossidante, cioè si oppone alla formazione di ossidazioni nell'organismo, rimuovendo componenti chimiche pericolose per la nostra salute e proteggendo le nostre membrane cellulari dall'attacco dei radicali liberi. Assieme alle vitamine C e A e ai minerali selenio e zinco può formare un potente gruppo antiossidante.
Comunque la vitamina E può essere considerata il nutriente più importante fra il gruppo degli antiossidanti.
E' importante ricordare il ruolo dei radicali liberi nell'indebolimento del sistema immunitario, così da essere cause di innumerevoli malattie.
Anche l'invecchiamento precoce è direttamente collegato alla formazione continua di radicali liberi. Quando la vitamina E è presente nel tratto digestivo , il complesso delle vitamine B e C è protetto dall'ossidazione e i grassi insaturi (olio di oliva) sono meno suscettibili all'irrancidimento.
La V.E. ha la capacità di unirsi all'ossigeno così da prevenirne la trasformazione nel pericoloso perossido; in questo modo permette ai globuli rossi del sangue di portare al cuore a ai vari organi molto più ossigeno, e più puro.
Ha un ruolo vitale nella respirazione cellulare di tutte le attività muscolari, particolarmente del cuore e dello scheletro, fornisce a questi muscoli e ai loro nervi i mezzi per funzionare con meno ossigeno, con ciò aumentando la resistenza allo sforzo. Agisce anche come vasodilatatore, dilatando i vasi sanguigni così da permettere un maggior flusso di sangue al cuore, è inoltre un efficace agente antitrombosi nel sistema circolatorio, prevenendo la formazione di coaguli.
E' provata la proprietà dei tocoferoli di ripristinare la normale permeabilità capillare: nei casi frequenti di donne che accusavano gonfiore alle caviglie oppure problemi di vene varicose, somministrazioni giornaliere di vitamina E (su indicazione dell'angiologo) hanno ottenuto insperati successi.
Vista la sua capacità di proteggere la membrana cellulare, la V.E. è preziosa per la prevenzione dei tumori.
Alcune analisi su casi di tumore al seno hanno rivelato un'alta percentuale di perossidi lipidici, che non sarebbero divenuti tali in presenza di una buona dose di alfa-tocoerolo.
Si sostiene che la V.E. "riduce il danno a carico del DNA e dei cromosomi da parte dei carcinogeni e dalle radiazioni; perciò può venir considerata un'arma contro ogni agente nocivo che altrimenti potrebbe condurre al cancro" (R. Passwater). Ha quindi proprietà di protezione dai danni dell'inquinamento dell'aria, acqua e cibo.
Ha effetti profondi sugli organi riproduttivi, aumentando la fertilità maschile e femminile e aiuta a ristabilire la potenza maschile.
Ci sono sostanze inorganiche che interferiscono con/o causano la perdita di V.E. nell'organismo. Per esempio quando è presa assieme a ferro inorganico sotto forma di ferro solfato, l'assimilazione delle due sostanze è pregiudicata.
Questo vale anche per il cloro presente nell'acqua da bere come anche una dieta ricca di grassi polinsaturi, che portano ad un maggior bisogno di V.E.
Nel caso di donne che seguono una cura ormonale a base di estrogeni sintetici (che sono antagonisti alla V.E.) è difficile determinare la perdita individuale di V.E., in ogni caso la migliore forma di estrogeno ormonale dovrebbe essere quella ricavata da fonti naturali.
Un medico naturopata può dare indicazioni precise per questo.
La V.E. non è tossica nel complesso, con due eccezioni: nel caso di febbri reumatiche con esiti cardiaci e in presenza di pressione sanguigna alta. In questi casi va presa sotto controllo medico e partendo da dosi molto basse.

Gli alimenti che la contengono.

Germe di grano (purtroppo la farina raffinata che mangiamo oggi, non contiene molto alfa-tocoferolo. Nel processo di raffinazione si usano anche agenti ossidanti che annullano qualsiasi antiossidante naturale), avena, soia, tofu, legumi (fagioli e piselli), verdure a foglia verde, granturco, noci, patate dolci, miele grezzo, propoli, pappa reale. Alcune erbe/piante che la contengono.* Angelica, mirtillo, betulla, bardana, tarassaco, echinacea, enagra, aglio, ginseng, glucomannano, golden seal, gotu kola, eucalipto, liquirizia, ortica, lamponi, spirulina, ecc


Sintomi di carenza

Anemia, malattie cardiovascolari, cancro, pelle secca, capelli secchi e deboli, psoriasi, fragilità dei globuli rossi, impotenza, sterilità, problemi mestruali, aborto spontaneo, atrofia muscolare, mancanza di fiato, problemi alla prostata, disturbi gastro-intestinali, edema (ritenzione idrica), carenza di globuli bianchi, disfunzioni del sistema immunitario.

Benefici

La vitamina E è efficace come parte del gruppo degli antiossidanti. Ossigena tutti i tessuti e riduce marcatamente l'ossidazione. Aiuta ad eliminare la fatica muscolare. In dosi consistenti agisce come vasodilatatore. Necessaria per la prevenzione della formazione dei radicali liberi. Aiuta nella lotta contro l'invecchiamento precoce.
Protegge i polmoni dall'inquinamento ambientale. Aiuta la guarigione di piaghe, ferite e scottature. Aiuta a prevenire l'irrancidimento quando aggiunta ad altre sostanze. Indispensabile per mantenere organi riproduttivi sani. Indispensabile per la prevenzione e il trattamento di malattie cardiache. Previene la distruzione degli acidi grassi essenziali nel corpo.
Migliora la fertilità maschile e femminile. Aiuta nella prevenzione e trattamento delle malattie della pelle. Favorisce l'eliminazione delle manifestazioni delle infezioni virali e batteriche. Antagonisti Bevande alcoliche, tabacco (nicotina), bevande a base di cola, caffè e tè (con o senza caffeina), cioccolato, aria inquinata, zucchero raffinato e suoi sostituti raffinati, cibi troppo cotti, cibi raffinati, grassi saturi e polinsaturi, olio di cotone di palma, minerale e di ricino, lunga conservazione degli alimenti e surgelamento, cibi in scatola, fertilizzanti chimici, pesticidi, erbicidi, funghicidi, esposizione a radiazioni anche nel forno a microonde, integrazioni di ferro (solfato), estrogeni sintetici, pillola anticoncezionale, barbiturici, lassativi, ecc.

Osservazioni

Integrazioni di ferro naturale (ferro gluconato) non distruggono la V.E. L'acqua con cloro distrugge le riserve di V.E.
Donne incinte e che allattano dovrebbero integrare la V.E. solo sotto controllo medico. Donne nel periodo della menopausa di solito hanno bisogno di maggior V.E. Persone che vivono in luoghi con molto inquinamento dell'aria dovrebbero integrare l'alimentazione con V.E.

Può essere utile nel trattamento di:

TUBO DIGERENTE: cancro, coliti, costipazione, fibrosi cistica, diarrea, gastriti, gastroenteriti, emorroidi, ulcere, vermi. VESCICA: Cancro, cistite. OSSA: osteoporosi. SISTEMA NERVOSO, CERVELLO: morbo di Alzheimer, cancro, epilessia, fatica, ipertensione, insonnia, insonnia, meningite, malattie mentali, sclerosi multipla, Parkinson, herpes zoster, stress, capogiri e vertigini. SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO/SANGUE: anemia, angina pectoris, cancro, arteriosclerosi, trombosi coronarica, diabete, emofilia, colesterolo alto (LDL), ipertensione, anemia perniciosa, flebiti, vene varicose. ORECCHI: infezioni, acufeni. CISTIFELLEA: cancro, calcoli. GHIANDOLE: appendicite, cancro, fibrosi cistica, diabete, ipertiroidismo, gozzo, prostatite, gonfiore ai linfonodi. SISTEMA CARDIOVASCOLARE/CUORE: Angina pectoris, arteriosclerosi, trombosi coronarica, infarto al miocardio SISTEMA IMMUNITARIO: complicazioni dell'AIDS, allergie, sindrome da fatica cronica, raffreddore, laringite difterica, radicali liberi, fibromialgia, influenza, polmonite. ARTICOLAZIONI: artrite (osteo e reumatoide), borsiti, ernia del disco, gotta, spondilite, sinovite. GAMBE: crampi, dolori muscolari, flebiti, sciatica, vene varicose. APPARATO RESPIRATORIO: allergie, asma, bronchiti, enfisema, infezioni nasali, sinusite, tubercolosi. MUSCOLI: atrofia, crampi, distrofia muscolare, mialgia, miastenia gravis, reumatismi. APPARATO RIPRODUTTIVO: cancro, candida, herpes simplex, prostatiti, vaginiti. PELLE: ascessi, acne, piede d'atleta, foruncoli, cancro, scottature, pustole, forfora, dermatiti, eczema, impetigine, lupus, , psoriasi, ulcere, verruche.

(Dr. William L. Kyle, ND, PhD, Nutrition 21st).

Bibliografia

Gianfranceschi G.L.: Sostanze biologicamente attive nei germogli di grano, Erborlsteria Domani, n. 3,1998
Speciani A: Guarire con la natura, Arnoldo Mondadori Ed., Milano, 1987
Valnet u. cura delle ma/a file con ortaggi frutta e cereali, Giunti Martello Ed., Firenze, 1982
Gerras c et al.: Il libro completo de/le vitamine, Giunti Ed., Firenze, 1988

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La prostatite, cure e rimedi naturali : come si manifesta e quali sono gli interventi utili per risolverla definitivamente ovvero , come sconfiggere definitivamente la prostatite e recuperare il benessere fisico e sessuale

>> leggi tutto

Ipertrofia prostatica : un approccio complementare. - I sintomi dell'ipertrofia prostatica benigna ( minzioni notturne e/o urgenza a urinare a meno di due ore dalla precedente minzione, disuria, pollachiuria...

>> leggi tutto

Glioblastoma e cure naturali : un approccio complementare alla terapia ufficiale. Il glioblastoma è la forma più aggressiva di tumore al cervello. Statisticamente si manifesta de novo, ed è detto "primario". Il trattamento standard...

>> leggi tutto

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica. Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza...

>>leggi tutto