Gordon Link

Il Portale dell Alimentazione e della Salute dal 1999

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Salute Uomo Impotenza

Impotenza

E-mail Stampa PDF

La disfunzione erettiva

 

Per disfunzione erettile (impotenza) si intende, generalmente, la incapacità di realizzare l'atto sessuale normale e completo, riferibile esclusivamente al sesso maschile.

 

Tale concetto è intuitivo : la donna che soffre di frigidità (incapacità di raggiungere l'orgasmo), a differenza dell'uomo, può comunque avere un rapporto sessuale e portarlo a termine.. Tali disturbi possono  dipendere dalla mancanza di eiaculazione, chiamato impotentia generandi. E' il caso, ad esempio, della situazione di quello che non "viene mai". In questi casi le situazioni possono essere diverse, ma tipicamente l'aspetto psicologico in questi casi è predominante, visto che, nella masturbazione, generalmente, tale situazione non si presenta.

Abbiamo poi la cosiddetta "impotentia coeundi", cioé la totale incapacità di avere una erezione valida e duratura per avere un normale rapporto sessuale. Nella letteratura medica potrete trovare, tipicamente, l'associazione dei deficit erettivi legate intanto a problematiche organiche di ordine neurologico (paraplegia, tabe dorsale, sclerosi multipla) o ad anomalie anatomiche congenite. 

Tuttavia , nella stragrande maggioranza dei casi, viene legato a problematiche di carattere psicologico "corrispondente ad uno stato di disordine affettivo-emotivo con sentimenti di insicurezza in sé che vengono esasperati da pregresse esperienze frustranti"

La generalizzazione è utile per fare delle sintesi, pur tuttavia, viene da sè che ciò può essere utile per circoscrivere una casistica molto varia, ma, nello specifico, giova poco a chi può trovarsi in tutto o in parte nell'affrontare , per l'appunto, i deficit erettivi.

Analizziamo insieme la definizione :

stato di disordine affettivo-emotivo con sentimenti di insicurezza in sé : conosco persone che sono estremamente insicure di se, ma che paradossalmente, hanno fatto della insicurezza una bandiera, risvegliando l'istinto di maternità nelle donne e non soffrono di nessuna problematica a livello sessuale, anzi.  Conosco altri che,al contrario danno l'impressione "dell'uomo che non deve chiedere mai", e poi, confidandosi, nascondono tante insicurezze nei rapporti.

Che dire poi del "complesso del preservativo"? Va tutto bene, poi : apri il comodino, togli il preservativo, lo apri, lo infili e ooops e ora? 
Flop! Siamo d'accordo che il guanto è molto importante, ma non è possibile dire che il preservativo stesso comunque, crea una barriera e spezza il rapporto?

Per non parlare poi delle avventure occasionali dove magari trovi una donna rompiballe che al momento di farlo sembra decisa, poi magari comincia ad avere dubbi, ora è convinta, ora no. Allora ti addormenti e lei dopo due ore ti sveglia perché ha cambiato idea, ma tu ora hai sonno e non ne hai voglia. Beh.... Stiamo raccontando, evidentemente,di situazioni tipiche che si presentano frequentemente, ma che dire poi dei deficit erettivi in senso proprio che si caratterizzano generalmente con una

a)diminuzione della libido
b)fastidi a livello testicolare e problematiche minzionali (vedi a tal proposito la pagina sulla prostatite)
c)minore tenuta erettiva

Che fare?

Per capire se è il caso di intervenire suggerire di verificare i seguenti segnali :

    frequenti insuccessi sessuali
    difficoltà a mantenere l'erezione
    scarsa rigidità
    eiaculazione precoce
    erezioni mattutine (il famoso alzabandiera) scarso o assente
    intervallo eccessivamente lungo tra stimolo sessuale ed erezione

Se questi segnali sono presenti, credo sia ora ci si dia una mossa!!! 

 La causa principale per cui si incorre nei deficit erettivi è la diminuzione della circolazione del sangue, per cui, se ancora non ci siamo intesi : riduci drasticamente ogni fattore di rischio per la tua salute. Se sei un fumatore SMETTI DI FUMARE. Se non ci riesci, riduci drasticamente.

Se in concomitanza con la comparsa dei deficit erettivi hai notato fastidi a livello testicolare, oppure minzione frequente, bruciore nella minzione, comparsa di macchioline strane, parlane subito con il tuo medico. Se hai una infiammazione alla prostata, leggiti le pagine già presenti sul sito (prostatite)

Soffri di acidità di stomaco, emorroidi, stanchezza cronica?  Forse sarebbe ora che cominciassi ad analizzare i segnali che il tuo corpo ti dà, e sarebbe utile una buona dieta e una buona integrazione nutrizionale. Lavori troppo e sei eccessivamente stressato?Parliamone !Una buona dieta e qualche suggerimento nutrizionale potrebbero farti davvero bene!

 Arriviamo ora a quelli che vengono ricondotti nei fattori psicologici legati alla impotenza.

E' corretto affermare che la causa risiede quasi sempre in traumi passati, che possono portare alla ansia da prestazione o alla difficoltà di portare a termine il rapporto.

La partner attuale può svolgere un ruolo predominante : molte donne, ad esempio, rifiutano di avere un ruolo attivo nel rapporto sessuale, hanno magari difficoltà a mostrarsi nude, o magari sono decisamente aggressive. Oppure a monte ci sono problematiche di coppia in cui non si va d'accordo, si litiga spesso, o magari non hai fiducia in lei. In questi casi, viene da sé che l'erezione va in tilt. In questi casi parlane con la tua partner e rivaluta il tuo rapporto : il sesso è anche e soprattutto comunicazione. Se vi volete bene, basterà smorzare alcuni aspetti del nostro carattere all'interno della nostra relazione. Se sono rose fioriranno, senno' pace. Fatto un papa....

Se il blocco psicologico dipende dalle dimensioni del pene, lascia fare! Per ciò che so io sono sufficienti 11 cm in erezione,e poi per soddisfare una donna le dimensioni contano relativamente. Poi le donne che spesso sono fissate con le dimensioni (poché per la verità) le ha guardate bene? Magari sono le prime che hanno il seno piccolo, o magari un fondoschiena che quando camminano puliscono il pavimento:-))) Dai... Dai retta a me : la cosa fondamentale nel sesso, è rimanere rilassati, per cui non fare in modo che pensieri negativi o preoccupazioni inutili ti impediscano di fare un qualcosa che è piacevole. Il sesso è comunicazione oltre che divertimento. Lasciati andare e vedrai che andrà tutto bene

In ogni caso, se perdi la tua erezione : non fermarti : ci sono molti modi per soddisfare una donna a letto, e quello della penetrazione è solo una delle tante modalità. Concentrati su di lei più che su di te, e vedrai che andrà molto meglio.

Non distrarti! Spesso durante il rapporto siamo condizionati da  pensieri negativi. Non fare in modo che gli stessi l'abbiano vinta su di te.

Sesso non è una ginnastica : fai sesso quando ti va di farlo. Il mito dell'uomo focoso e', per l'appunto, un mito inutile (e l'impennata di Viagra e Cialis e lì a dimostrarlo). Tutti noi facciamo i conti con lo stress, la fatica, le incomprensioni. Se non ci va, usiamo le armi della donna : amore ora no, ho una forte emicrania

Sviluppa un pensiero positivo : ottimi a tale scopo ti libri di Martin E. P. Seligmann, che ti invito a leggere!!!!

In ogni caso una buona integrazione nutrizionale ed una buona dieta potrebbe giovarti tanto, agendo in modo naturale sulla vasodilatazione ed eventuale ansia da prestazione, oltre nel recuperare un generale benessere psicofisico.

 


Avvertenze

Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.
Le informazioni pubblicate nel sito, laddove non sia indicato in altro modo, sono di proprietà del sito www.linksalute.com , di conseguenza possono essere utilizzate solo previa autorizzazione esplicita oppure citandone la fonte".

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di Google Analitycs. Accettando dichiari che accetti l'installazione di questi cookies. Per capire meglio cosa sono i cookies, come vengono usati e come cancellarli, leggi la nostra Informativa estesa.

Accetto i cookies di questo sito.